Claudio Sbrolli OKClaudio Sbrolli OK 2

Claudio Sbrolli è un batterista estremamente versatile con vasta esperienza nella musica jazz, pop, rock, etnica e cantautoriale. Inizia i suoi studi musicali a 10 anni come pianista per passare qualche anno dopo alla batteria e dopo un lungo apprendistato da autodidatta si perfeziona con Claudio Mastracci, Ettore Fioravanti, Fabrizio Sferra, Francesco Petreni, Lorenzo Tucci e con le Mastercalss di Paul Motian, Dave Weckl, Steve Gadd, Gavin Harrison. Ha partecipato ai seminari di Nuoro Jazz conseguendo una borsa di studio come miglior allievo per la sua classe di strumento e ha successivamente preso parte ai seminari estivi di Siena Jazz dove è stato selezionato per partecipare ad un combo diretto da Bruno Tommaso con altri dei migliori studenti del corso; per quanto riguarda la sua formazione da segnalare anche la partecipazione al workshop “Roma Jazz School” dove segue le lezioni di Jeff “Tain” Watts e Jeff Ballard. Tra i riconoscimenti la vittoria di una borsa di studio completa presso la Saint Louis Music School (Roma), la segnalazione come miglior batterista al TRIMI’S Festival di Bologna,e il suo nome tra i 10 migliori batteristi del jazz italiano nella classifica del 2012 della rivista Jazzit. Ha partecipato a molti importanti Festivals (Calagonone Jazz, Terni Jazz, Il Moro Jazz, Biella Festival, RaiTrade Festival, Musicultura Festival, Premio Amnesty Italia, Mantova Music Festival, JazzExpo Cagliari, San Marino Jazz Festival, Rassegna Casa del Jazz Roma, Villa Celimontana Jazz&Image, Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, Santa Fiora in Musica e molti altri) e suonato nei principali Club italiani. Ha inoltre tenuto concerti in Inghilterra, Germania, Danimarca, Norvegia, Svezia e Slovenia e compare in più di 20 incisioni. Ha collaborato con musicisti come Paolo Fresu, Maurizio Giammarco, John Tchicai, Marco Colonna, Angelo Olivieri, Nico Gori, Pasquale Innarella, Eugenio Colombo, Gabriele Mirabassi, Alberto Popolla, Raf Ferrari, Mirko Guerrini e tantissimi altri. Ha una vasta esperienza nella didattica ed ha insegnato batteria e musica d’insieme a Roma, Firenze e nel comprensorio del Monte Amiata. Ha tenuto Campus di Specializzazione Musicale e Master Classes e per Accademia Europea Musicale (Roma), Accademia Europea di Firenze e Clazz International Music Festival ed stato insegnante associato nei corsi pre-accademici del Conservatorio G.Casella (L’Aquila). Attualmente suona con Raf Ferrari 4tet, Mailer Daemon Trio, T-Bus Band, Riccardo Mori Trio, Marco Colonna, Piaceri Proletari e vari altri progetti in ambito Jazz, Rock e Blues. Dal 2018 è insegnante di Batteria presso il dipartimento di Musica Jazz dell’Accademia di Musica Lizard a Fiesole.

Discografia Selezionata:
Insectet – INSECTET –Feat. Paolo Fresu (Ente Musicale di Nuoro)
Raf Ferrari 4tet- Pauper (Dodicilune Dischi)
Raf Ferrari 4tet- Venere e Marte-Feat.Gabriele Mirabassi /Dodicilune Dischi)
Raf Ferrari 4tet – Quattro (HelikoniaDischi)
Bobby Solo – Easy Jazz Neapolitan Songs (Sifare Records - Rai Trade)
Hot Tune - Magique(SLAM Records)
Hot Tune – Fallin’ Up (Zone di Musica)
Franco Ferguson Orchestra (Feat.John Tchicai) - Live at Moro Jazz (Franco Ferguson Productions)
Marco Olivieri Trio – Onda Anomala (Zone di Musica)
Marco Olivieri Trio – Il Mondo Fatto a Scale (Filibusta Records)
Marta Raviglia – The Knight and His Harmour (Monk Records)
Marco Colonna – Bright City Light (Autoprodotto)

Obiettivi Generali  Corso  Batteria Jazz Lizard
Chi arriverà ad ottenere  il diploma di batteria jazz dell’Accademia Lizard avrà svolto almeno questo programma:

• Sviluppo del linguaggio e della pronuncia jazzistica nell’accompagnamento e nel  soloing
• Sviluppo della lettura ritmica e orientamento nelle partiture
• Approfondimento delle strutture standard principali (Blues, Rhythm Changes, Forma Canzone e strutture comunque tradizionali ma meno usuali) soprattutto attraverso lo studio dei brani “classici” del repertorio jazz
• Sviluppo della pratica di accompagnamento nei vari stili legati al linguaggio jazzistico tradizionale ( swing, bossa nova, modale) attraverso l’esercizio su esempi e pratica dei brani del repertorio
• Sviluppo della pratica di accompagnamento e soloing su tempi dispari e composti
• Sviluppo della pratica strumentale con uso delle spazzole (brushes)
• Introduzione ai nuovi linguaggi jazzistici legati al cross-over contemporaneo
• Focus sui metodi di orientamento riguardanti lo sviluppo dell’ “Orecchio Interno”
• Tecniche di controllo posturale ed emozionale
• Conoscenze storiche relative al jazz e al ruolo della batteria nell’evoluzione del linguaggio jazzistico

PDF

LIZARD BATTERIA - Programma
Download